Colazione/ maternità/ Salse, Creme e Sciroppi

Marmellata di Uva Fragola

Dopo una lunghissima assenza, torno a pubblicare sul blog che, vi sarete accorti, ha una nuova veste grafica e contenuti rinnovati. Troverete ancora ricette (oggi quella per preparare una dolcissima marmellata di uva fragola), stampabili e tutorial, ma ancora di più i miei racconti e le mie riflessioni di mamma. Sì, perché bisogna scrivere di quello che ci appassiona, e io sono completamente innamorata di questa creatura che ha riempito le mie giornate (e anche le nottate 😜) quindi, come già in passato, ho deciso di usare questo blog anche come una sorta di diario, qualcosa da poter leggere un giorno con Alice. Questa lettera, infatti, è per lei…

Oggi compi 9 mesi, tanti quanti ne hai passati nella mia pancia…quel pancione che avevo tanto a lungo sognato e che ho coccolato, cullato e accarezzato dal momento in cui hai rivelato la tua esistenza. Tante persone mi dicevano che la pancia mi sarebbe mancata, ma è vero solo fino ad un certo punto; certo, era bello sentire i tuoi calcetti, il singhiozzo che arrivava puntualmente dopo cena, immaginare il tuo profilo, tentare di indovinare a chi saresti somigliata (al papà ovviamente, ma tutti dicono che hai i miei occhi, come Harry Potter!😂), quell’esclusività che mi dava il portarti in giro per il mondo tenendoti però al riparo da tutto…
Ma è stato ancora più bello fare la tua conoscenza, poterti stringere tra le braccia, inventare con te e per te dei rituali tutti nostri fatti di canzoncine, gesti quotidiani e tanta tenerezza. Sei cresciuta in un lampo! Se ripenso ai primi mesi con te mi sembra tutto così lontano…prima l’induzione fallita terminata con quel cesareo che tanto avevo sperato di evitare, il mancato pelle a pelle che non ci è stato concesso, poi la tua infezione e il non poterti tenere in camera con me, la temuta “doppia pesata” della patologia neonatale che mi faceva sempre sentire un’inetta per quel latte che tardava ad arrivare, il tuo rimanere ostinatamente attaccata per più di un’ora rifiutando categoricamente ogni tentativo delle infermiere di darti l’aggiunta, i primi giorni a casa ancora dolorante a chiedermi se sarei mai stata all’altezza, il sospetto di un grave problema al cuore che poi, fortunatamente, si è rivelato infondato…

Insomma amore mio, i primi tempi non sono stati proprio semplicissimi, forse anche perché la tua mamma e il tuo papà erano proprio dei principianti  super emotivi e dovevano ancora imparare un sacco di cose.

Non pensare però che ci sia stata solo la paura o la fatica! C’è stata soprattutto la gioia,un amore nuovo, totale e incondizionato, le risate, lo stupore e la meraviglia; sono arrivati i tuoi sorrisi, una marea di prime volte, la tua simpatia travolgente, le tue conquiste (e le nostre), la tua capa tosta, i tuoi discorsi incomprensibili che starei ad ascoltare per ore, quello sguardo furbetto che fai prima di combinarne una delle tue, le poppate occhi negli occhi e quelle in cui praticamente ti porti in giro il mio povero capezzolo mentre gattoni o fai tutt’altro.

Potrei stare qui ad elencare un’infinità di cose ma, per farla breve, ti dico solo che con tutte le ansie da neo genitori, sono arrivate anche le soddisfazioni e la sorpresa di scoprire che forse non siamo poi così male in questo nuovo ruolo, magari perché tu sei uno splendore di figlia o forse  perché insieme a te stiamo crescendo anche noi…ora che ci penso preferisco di gran lunga averti “qui fuori”, perché mentre noi ti accompagnamo e ti teniamo per mano (e lo faremo sempre) illudendoci di insegnarti un sacco di cose, in realtà stiamo imparando da te ogni giorno.
Buon complemese Gnegnecchina!
Con amore, mamma.

E visto che il nostro balcone era così straripante di uva fragola da far crollare il pergolato sul quale si arrampicavano rigogliosi i tralci, ho dovuto trovare il modo di fare fuori un po’ di uva e ne ho approfittato per fare un po’ di marmellata. La ricetta è semplicissima e il risultato delizioso!

Print Recipe
Marmellata di Uva Fragola
Una ricetta facile e veloce per fare la marmellata di uva fragola home made
Tempo di preparazione 30 Minuti
Tempo di cottura 50 Minuti
Porzioni
1 Vasetto
Ingredienti
  • 500 g Uva Fragola
  • 250 g zucchero Io avevo in casa un po' di zucchero grezzo di canna e li ho mixati, ma potete usare quello che preferite
  • 1/2 limone Solo il succo
Tempo di preparazione 30 Minuti
Tempo di cottura 50 Minuti
Porzioni
1 Vasetto
Ingredienti
  • 500 g Uva Fragola
  • 250 g zucchero Io avevo in casa un po' di zucchero grezzo di canna e li ho mixati, ma potete usare quello che preferite
  • 1/2 limone Solo il succo
Istruzioni
  1. Lavate bene l'uva e mettetela in una pentola col fondo spesso insieme allo zucchero e al succo di limone. Fate andare a fuoco medio per circa 20 minuti, il tempo che gli acini si sfaldino per bene.
  2. Togliete dal fuoco e passate tutto con un passa verdure per eliminare le bucce e i semini (se non lo avete, potete usare un colino a maglie strette e aiutarvi con un cucchiaio).
  3. Rimettete sul fuoco e fate cuocere fino al raggiungimento della giusta consistenza. ( per me ci sono voluti circa 30 minuti, ma ho il piano cottura ad induzione quindi i tempi sono un po' diversi rispetto a quelli di un classico piano cottura a gas).
  4. Nel frattempo sterilizzate un vasetto di vetro lavandolo con cura e poi immergendolo completamente in una pentola di acqua bollente per 30 minuti (gli ultimi 10 minuti aggiungete anche il tappo) e poi fatelo asciugare all'aria capovolto su un canovaccio pulito.
  5. Mettete la marmellata ancora tiepida nel vasetto, chiudete bene il tappo e lasciate raffreddare a testa in giù. Verificate che si sia creato il sottovuoto ( il tappo non deve fare click quando provate a fare pressione).

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Aggiungi un posto a tavola, con NeMo

Send this to a friend